set 12

Una nuova sfida nel mondo retail: l’utilizzo delle tecnologie digitali per creare un’extended retail experience

 

Negli ultimi anni, il mondo del retail è profondamente cambiato, soprattutto a causa delle mutate dinamiche competitive e delle nuove esigenze della Clientela. Nel recente passato la competizione consisteva principalmente in una lotta per le migliori location e per il presidio capillare del territorio. Oggi ormai le grandi insegne sono presenti in tutti i luoghi strategici e non di rado i loro punti vendita sono “accerchiati” da negozi di altri competitor. Il focus della competizione si è spostato perciò sull’attirare i Clienti nel punto vendita e sull’offrire una shopping experience unica. D’altro canto il Cliente moderno vuole vivere un’esperienza coinvolgente e divertente durante lo shopping, che vada oltre il semplice acquisto del prodotto. Il Cliente è poi sempre più esigente, costantemente alla ricerca di maggiori e migliori servizi. Un approccio efficace per far fronte a queste nuove dinamiche di mercato consiste nel creare un’extended retail experience, mediante l’interazione tra online e offline e attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie offerte dai digital device; la creazione di una extended retail experience permetterà al Cliente di vivere una shopping experience unica e memorabile, arricchita da nuovi ed interessanti servizi.

I chioschi interattivi dotati di touch screen, per esempio, possono rivelarsi molto utili nel supportare il Cliente durante il processo di selezione del prodotto. Permettono di informarsi sui prodotti in assortimento, comprenderne meglio le caratteristiche, o di verificare la disponibilità a magazzino di specifici articoli. Vi sono poi realtà con Build a Bear, catena americana di peluche, che utilizzano i chioschi digitali per creare il prodotto, consentendo al Cliente di acquistare un bene unico ed estremamente personalizzato. Nel settore dell’abbigliamento, i digital device sono stati adattati alle necessità tipiche del settore, creando i cosiddetti magic mirror: specchi interattivi attraverso i quali i Clienti possono vedere su di sé gli ologrammi digitali dei capi, ricercare articoli coordinati, informarsi sulle taglie disponibili, o addirittura scattarsi una foto e condividerla sui social network. Sì, perché un’altra caratteristica molto interessante di queste nuove tecnologie consiste nella possibilità di integrare l’online con l’offline. Il punto vendita può diventare perciò un canale per promuovere il sito di e-commerce, la community online oppure le campagne promozionali online. La compilazione del tradizionale modulo cartaceo per il rilascio della tessera sconti, per esempio, potrebbe essere sostituita da una pagina digitale per l’iscrizione alla community online, mediante un touch screen multi-funzionale. Ci sono poi soggetti che attraverso queste tecnologie hanno creato un link tra il mondo online e offline anche fuori dal punto vendita. Basti pensare all’iniziativa di Tesco in Korea che ha creato delle modalità di shopping online nelle stazioni metropolitane, tramite delle affissioni pubblicitarie. Queste raffigurano gli scaffali di un supermercato e ogni prodotto è affiancato dal relativo QR code, attraverso cui selezionare l’articolo ed effettuare la spesa online. L’utilizzo di differenti digital device può anche creare una sorta di percorso esperienziale, in grado di influenzare l’atmosfera del punto vendita e le sensazioni provate dal Cliente. Audi, per esempio, ha realizzato un percorso composto da tre diverse tipologie di interazione: uno schermo all’ingresso con la trasmissione di gare automobilistiche, volto a suscitare eccitamento; un secondo schermo nella sala d’attesa, per illustrare le caratteristiche e i vantaggi dei modelli, in modo da creare una presentazione «teatrale» e coinvolgente dell’offerta; infine un chiosco touch screen per la configurazione del proprio modello, il calcolo del prezzo e la fornitura di ulteriori informazioni. Un ultimo importante vantaggio di queste nuove tecnologie, consiste nel supporto al personale di vendita, attraverso strumenti digitali di comunicazione e formazione. Vi sono numerose realtà che utilizzano questi device per interagire con il personale di vendita, per esempio comunicando le nuove iniziative aziendali o fornendo negli orari di chiusura al pubblico dei suggerimenti su come relazionarsi con la Clientela 

Coinvolgere, supportare, divertire, fidelizzare: sono queste le principali opportunità offerte dalle nuove tecnologie per il mondo retail. Un prezioso supporto per la generazione di vantaggio competitivo, estremamente personalizzabile, con possibilità di sviluppo molto interessanti.