il cliente

La partnership del Progetto ESTA prevede sei partner, tre italiani e tre albanesi, tra questi ultimi, in particolare, le realtà rappresentative dell’imprenditoria locale e l’organismo per la promozione turistica nazionale, beneficiari degli output di progetto.

il bisogno

L’Unione Europea ha istituito strumenti di finanziamento per sostenere l’allineamento dei Paesi candidati agli standard e alle politiche dell’Unione Europea. L’IPA Adriatic CBC Programme (Instrument for Pre-Accession Assistance Adriatic Cross-border Cooperation) è un Programma comunitario che prevede il cofinanziamento di progetti di rafforzamento, sostenibile, delle capacità della Regione Adriatica, attraverso azioni sinergiche tra i paesi partner.

dettagli del progetto

VVA ha partecipato a una partnership italo-albanese per l’elaborazione di un progetto di potenziamento del sistema d’offerta turistica dell’Albania, in rete con i territori dell’Adriatico, denominato “Enhancing Sustainable Tourism in Albania in view of Expo Milan 2015”(ESTA), promosso e cofinanziato dall’Unione Europea, finalizzato all’incremento della competitività e dell’attrattività territoriale.

ESTA si sviluppa su di un periodo di tre anni, arco temporale in cui verranno create le condizioni, applicando nuovi approcci e metodologie, nuove competenze e strumenti, per attrarre risorse umane e finanziarie nel settore turistico dell’Albania e sull’intera regione adriatica.

In particolare, il progetto ESTA intende perseguire i seguenti risultati:

  • un chiaro posizionamento strategico rispetto ai concorrenti e la preparazione di un piano d'azione con obiettivi e traguardi misurabili
  • una "brand identity" forte e distintiva, frutto dell’intreccio tra posizionamento auspicato e valori culturali-identitari
  • attività di promozione e marketing virale
  • una distintiva e chiara “value proposition” turistica e, conseguentemente, la ridefinizione dell’intero sistema di offerta, i nuovi processi organizzativi di gestione, oltre alla formazione di una nuova cultura dello sviluppo sostenibile, a livello sia manageriale sia delle professioni dedite al servizio turistico
  • trasferimento di know how, scambio di buone pratiche, learning by doing e la fertilizzazione incrociata delle competenze tra enti pubblici e privati.

In questo modo, il Progetto contribuirà fattivamente ad aumentare: la consapevolezza generale del marchio, i flussi turistici provenienti dai mercati già esistenti e l'apertura di nuovi mercati, la valorizzazione delle risorse naturali e culturali ed il turismo d'affari, l'introduzione di nuovi processi e servizi e il miglioramento di quelli esistenti, l'investimento nel settore e l'implementazione di soluzioni per problemi strutturali. 

L'approccio proposto è già stato testato con successo nel caso di Milano.